• L’Asti spumante DOCG è un vino bianco dolce considerato fratello del Moscato d’Asti DOCG, ma nella versione spumante. Per ottenerlo utilizziamo il Metodo Martinotti, che consiste nella rifermentazione in autoclave.

    Perfetto per i brindisi, si abbina perfettamente con tutti i tipi di dolci. Ottimo da gustare come aperitivo. Viene utilizzato anche per preparare numerosi cocktails e long-drinks

    DENOMINAZIONE: Asti Spumante Docg VITIGNO: 100 % Moscato Bianco GRADAZIONE ALCOLICA: 7,5 % Vol COLORE: Giallo paglierino tendente ad un dorato tenue, brillante PERLAGE: Persistente, a grana fine e inesauribile SPUMA: Allegra, viva e uniforme PROFUMO: Molto spiccato ma allo stesso tempo delicato, pieno e composito. Ricorda l’aroma muschiato tipico dell’uva Moscato Bianco, il profumo dei fiori di acacia e dei fiori di bergamotto, e il buon odore della frutta d’estate e del limone SAPORE: Dolce, equilibrato, aromatico e delicato TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 6 – 8 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Coppe da spumanti INVECCHIAMENTO: Breve riposo in accaio e successivo imbottigliamento CONSERVAZIONE: Si consiglia di consumarlo giovane. Da conservare in fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti
  • Si sposa perfettamente con paste all’uovo, risotti, selvaggina, piatti di carne particolarmente saporiti e robusti come gli arrosti, i brasati, le grigliate, i funghi, i formaggi stagionati a pasta dura e molle Questo vino è anche un’ottima base per preparare long-drinks, e lo si può semplicemente bere anche come aperitivo DENOMINAZIONE: Barbaresco Docg ANNATA: 2017 VITIGNO: 100 % Nebbiolo GRADAZIONE ALCOLICA: 14,5% Vol COLORE: Rosso granato intenso con riflessi arancio PROFUMO: Complesso, ricco, etereo, con note di confettura di ciliegie, cannella, vaniglia e viola mammola SAPORE: Pieno, asciutto, vellutato, armonico, giustamente tannico, con retrogusto leggermente amarognolo TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 18 – 20 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice ampio INVECCHIAMENTO: Minimo due anni per legge, di cui uno in botti di legno di rovere o di castagno. Una volta messo in commercio non solo si mantiene per anni, ma si migliora ancora col tempo in bottiglia CONSERVAZIONE: In fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti
  • E’ un vino che accompagna l’intero pasto, ma è ideale soprattutto con salumi ( se la Barbera d’Asti è giovane), con i piatti tradizionali della cucina piemontese come il vitello tonnato e il bagnetto verde, con gli agnolotti di carne, i risotti, le paste asciutte condite con sughi di carne, paste asciutte condite con funghi, polenta, carni bianche e rosse alla griglia, allo spiedo e impanate, arrosti, brasati, stufati, stracotti, zamponi, cotechini, agnello e capretto al forno, pesci a carne grassa ( anguille, carpe, tonni, sgombri), formaggi piccanti e a pasta dura DENOMINAZIONE: Barbera d'Asti Docg ANNATA: 2019 VITIGNO: 100 % Barbera GRADAZIONE ALCOLICA: 14 % Vol COLORE: Rosso rubino intenso tendente al granata con l’invecchiamento PROFUMO: Vinoso, intenso, con sentori di frutta matura SAPORE: Asciutto, caldo, corposo, di acidità spiccata, leggermente tannico. Invecchiando diviene più gentile ed armonico TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 18 – 22 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice a Ballon INVECCHIAMENTO: Sei mesi in acciao previo imbottigliamento CONSERVAZIONE: Se conservato in fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti può mantenersi e a volte migliorarsi per anni
  • E’ un vino che accompagna l’intero pasto, ma è ideale soprattutto con salumi ( se la Barbera d’Asti è giovane), con i piatti tradizionali della cucina piemontese come il vitello tonnato e il bagnetto verde, con gli agnolotti di carne, i risotti, le paste asciutte condite con sughi di carne, paste asciutte condite con funghi, polenta, carni bianche e rosse alla griglia, allo spiedo e impanate, arrosti, brasati, stufati, stracotti, zamponi, cotechini, agnello e capretto al forno, pesci a carne grassa ( anguille, carpe, tonni, sgombri), formaggi piccanti e a pasta dura DENOMINAZIONE: Barbera d'Asti Superiore Docg ANNATA: 2018 VITIGNO: 100 % Barbera GRADAZIONE ALCOLICA: 14,5 % Vol COLORE: Rosso rubino intenso tendente al granata con l’invecchiamento PROFUMO: Vinoso, intenso, con sentori di frutta matura, confettura, tabacco SAPORE: Asciutto, caldo, corposo, leggermente tannico, potente e caratteristico al palato, con spiccata acidità tipica del Barbera d’Asti. Gran struttura e persistenza TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 18 – 22 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice a Ballon INVECCHIAMENTO: Invecchiamento in legno per unaanno prima di esser messo in bottiglia CONSERVAZIONE: La grande struttura permette al vino una lunga vita. Se conservato in fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti può mantenersi e migliorarsi per anni
  • Si sposa magnificamente con le carni rosse arrostite e brasate, con la cacciagione, la selvaggina, i cibi tartufati, i formaggi stagionati a pasta dura Questo vino è anche un’ottima base per preparare long-drinks, e lo si può semplicemente bere anche come aperitivo DENOMINAZIONE: Barolo Docg ANNATA: 2016 VITIGNO: 100 % Nebbiolo GRADAZIONE ALCOLICA: 14,5% Vol COLORE: Rosso granato brillante, con riflessi arancioni PROFUMO: Elegante, ampio, intenso ed etereo. Ricorda il profumo della rosa appassita e della viola e le fragranze fruttate di ciliegia sciroppata e prugna cotta SAPORE: Asciutto, pieno, caldo, robusto, avvolgente, austero ma vellutato, emerge il sapore di bacche rosse e mora TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 18 – 22 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice capiente e panciuto a forma di tulipano INVECCHIAMENTO: Minimo tre anni per legge, di cui due in botti di legno di rovere o di castagno. Una volta messo in commercio non solo si mantiene per anni, ma si migliora ancora col tempo in bottiglia CONSERVAZIONE: In fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti
  • Ideale per il brunch. Ottimo con primi leggeri e piatti a base di carni bianche e pesce   DENOMINAZIONE: Vino Bianco ANNATA: 2019 VITIGNO: 100% uve a bacca bianca prevalentemente autoctona GRADAZIONE ALCOLICA: 13 % Vol COLORE: Giallo paglierino con riflessi dorati PROFUMO: Elegante per quanto complesso ed avvolgente. Si percepiscono fiori bianchi, note agrumate, chiude con sentori balsamici e vanigliati SAPORE: Morbido, ricco, equilibrato con una buona sapidità finale. Vino fresco e giovane che regala sensazioni piacevoli fin da subito ma capace di migliorare col passare del tempo per chi apprezza vini piu’ strutturati ed importanti TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 10 – 12 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice non molto ampio INVECCHIAMENTO: Breve riposo in accaio e successivo imbottigliamento CONSERVAZIONE: Si consiglia di consumarlo giovane. Da conservare in fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti
  • Si abbina con tutte le portate, dagli antipasti ai secondi, in particolare si sposa bene con salumi, primi e secondi importanti e ben strutturati, arrosti, bolliti, grigliate miste, formaggi stagionati a pasta dura e semi dura DENOMINAZIONE: Dolcetto d'Alba Doc ANNATA: 2019 VITIGNO: 100 % Dolcetto GRADAZIONE ALCOLICA: 13 % Vol COLORE: Rosso rubino vivace con riflessi violacei PROFUMO: Vinoso, giovanile, intenso e piacevole, ricorda il profumo della ciliegia e della prugna SAPORE: Secco, rotondo, di bassa acidità, intensamente ammandorlato, con retrogusto delicato e persistente TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 16 – 20 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice a Ballon INVECCHIAMENTO: Breve periodo in acciaio CONSERVAZIONE: In fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti, si consiglia di consumarlo giovane
  • E’ un vino da tutto pasto. Tuttavia si accosta in modo eccellente con antipasti delicati, salumi speziati, uova, minestre e zuppe, primi e risotti asciutti, tortellini e ravioli di magro in brodo, paste asciutte condite con formaggi, pollame, carni bianche, carni grigliate, formaggi freschi e semi stagionati. Grazie alle sue caratteristiche speziate in molti lo accompagnano anche a piatti di pesce a carne grassa DENOMINAZIONE: Grignolino d'Asti Doc ANNATA: 2019 VITIGNO: 100 % Grignolino GRADAZIONE ALCOLICA: 13 % Vol COLORE: Rosso rubino pallido con lievi riflessi porpora e tendente all’arancione con l’invecchiamento PROFUMO: Poco intenso, gradevolmente fruttato, in particolare frutti di sottobosco, con profumo floreale che ricorda i fiori di campo SAPORE: Asciutto, austero, corposo, di moderata acidità, leggermente tannico con retrogusto ammandorlato. L’invecchiamento gli conferisce una certa morbidezza TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 15 – 18 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice grande e largo per vini rossi giovani INVECCHIAMENTO: Breve periodo in acciaio CONSERVAZIONE: In fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti, si consiglia di consumarlo giovane
  • Il Moscato Asti Docg Berlet è fatto con le uve provenienti da un singolo vigneto: la vigna storica della famiglia Dogliotti all'Annunziata di Castagnole delle Lanze. La Sua esposizione garantisce un’ottima maturazione dei grappoli e questo determina un vino più profumato e zuccherino. Vino da dessert, si accompagna molto bene con dolci di pasticceria fresca e secca, dolci da forno, dolci farciti con crema pasticcera, dolci natalizi e pasquali, gelati e dessert di frutta fresca. SIGNIFICATO DEL NOME: La vigna più vecchia della famiglia Dogliotti DENOMINAZIONE: Moscato d’Asti Berlet Docg ANNATA: 2020 VITIGNO: 100 % Moscato Bianco GRADAZIONE ALCOLICA: 5,5% Vol COLORE: Giallo paglierino brillante con riflessi dorati PERLAGE E SPUMA: Persistente e fine PROFUMO: Intenso e delicato, un misto di essenze fruttate (pesca gialla e albicocca), aromatiche ( aroma muschiato proprio dell’uva Moscato Bianco) e floreali (sentori di fiori d’arancio, di glicine e di tiglio) SAPORE: Dolce, morbido, fresco, aromatico e leggermente effervescente TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 8 – 10 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Coppa INVECCHIAMENTO: Breve riposo in accaio e successivo imbottigliamento CONSERVAZIONE: Si consiglia di consumarlo giovane. Da conservare in fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti
  • Nella gamma dei vini proposti il prodotto di spicco è il Moscato d’Asti DOCG, vino bianco dolce che rappresenta il fiore all’occhiello della viticoltura piemontese, poiché unico e inimitabile. Viene prodotto esclusivamente nelle colline del basso Piemonte e in soli 52 comuni che interessano le provincie di Asti, Alessandria e Cuneo. Si ottiene dalla lavorazione di uve Moscato Bianco, vitigno da lungo tempo coltivato in Piemonte. Questo vino detiene il primato in fatto di intensità sensoriale: possiede infatti un ricchissimo patrimonio aromatico già nel grappolo d’uva e che con un’attenta vinificazione si riscontra nel bicchiere. Vino da dessert, si accompagna molto bene con dolci di pasticceria fresca e secca, dolci da forno, dolci farciti con crema pasticcera, dolci natalizi e pasquali, gelati e dessert di frutta fresca.

    DENOMINAZIONE: Moscato d’Asti Docg ANNATA: 2020 VITIGNO: 100 % Moscato Bianco GRADAZIONE ALCOLICA: 5,5% Vol

    COLORE: Giallo paglierino brillante con riflessi dorati PERLAGE E SPUMA: Persistente e fine PROFUMO: Intenso e delicato, un misto di essenze fruttate (pesca gialla e albicocca), aromatiche ( aroma muschiato proprio dell’uva Moscato Bianco) e floreali ( sentori di fiori d’arancio, di glicine e di tiglio) SAPORE: Dolce, morbido, fresco, aromatico e leggermente effervescente TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 8 – 10 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Coppa INVECCHIAMENTO: Breve riposo in accaio e successivo imbottigliamento CONSERVAZIONE: Si consiglia di consumarlo giovane. Da conservare in fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti
  • Questo vino è una interpretazione molto personale di Moscato d’Asti. Il Moscato data la sua importante nota aromatica che tende a diminuire con l’invecchiamento è un vino fresco, giovane e come tale va consumato nei primi anni dalla vendemmia. In questo caso la particolare vinificazione e l’affinamento, sia sulla base in bottiglia, danno origine ad un Moscato longevo dove l’aroma principale non è più il linalolo ma prevalgono sensazioni diverse ed importanti non così tipiche. La vendemmia 2015 è stata nella prima settimana di settembre. Ne deriva un prodotto che pur rispettando i canoni tipici del Moscato d’Asti Docg differisce per struttura e freschezza, tale da poter allegare il suo consumo, oltre ai classici abbinamenti con i dolci, anche alla tavola in senso lato: dagli antipasti a primi delicati. DENOMINAZIONE: Moscato d'Asti Docg ANNATA: 2015 VITIGNO: 100 % Moscato Bianco GRADAZIONE ALCOLICA: 5,5 % Vol COLORE: Brillante, giallo paglierino con leggeri riflessi dorati. PERLAGE: Le bollicine piccole si disciolgono in bocca con una piacevole sensazione tattile. SPUMA: Equilibrata, fine e persistente. PROFUMO: Al naso pur percependo l’ aromatico tipico del Moscato, il profumo è un insieme di sensazioni varietali come il muschio, la salvia, i fiori bianchi e dovuti all’affinamento come la frutta gialla, all’ albicocca matura e la vaniglia. SAPORE: In bocca sorprende per una piacevole dolcezza, non stucchevole, in contrapposizione ad una spiccata acidità. Molto persistente, lascia trasparire note minerali e sapide. TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 6 – 8 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Coppa VINIFICAZIONE e INVECCHIAMENTO: Dopo una breve macerazione a freddo, le uve sono pressate ed il mosto inizia la fermentazione alcolica. Una parte fermenta in acciaio a temperatura controllata con lieviti selezionati, la restante parte viene lasciata fermentare con lieviti indigeni in botti di legno di rovere. Terminate entrambe le fermentazioni, il Moscato viene lasciato in affinamento sulle fecce, solo in fase di pre-imbottigliamento viene assemblato. Dopo l’imbottigliamento il vino viene lasciato riposare in cantina per minimo 18 mesi prima di essere pronto per la vendita. CONSERVAZIONE: In fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti, in continua evoluzione puo' essere consumato dopo anni.    
  • Ideale con risotti, paste asciutte condite con sughi di carne, fritture leggere, arrosti, selvaggina, cacciagione, roastbeef, brasati, stufati, stracotti, bolliti, carni bianche, formaggi a media stagionatura e a pasta dura, formaggi piccanti Questo vino è anche un’ottima base per preparare long-drinks, e lo si può semplicemente bere anche come aperitivo DENOMINAZIONE: Nebbiolo d'Alba Doc ANNATA: 2018 VITIGNO: 100 % Nebbiolo GRADAZIONE ALCOLICA: 14% Vol COLORE: Rosso rubino tendente prima al granato e poi al mattonato con l’invecchiamento PROFUMO: Tenue e delicato. Riporta all’olfatto sentori di lampone, fragolina selvatica e viola. Tale aroma si perfeziona con l’invecchiamento SAPORE: Asciutto, secco, corposo, tannico al punto giusto. Se il vino è giovane diviene più vellutato, mentre con l’invecchiamento si spinge verso il vanigliato e diventa maggiormente armonico TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 18 – 20 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice ampio INVECCHIAMENTO: Solitamente bevuto nell’arco di qualche anno, se conservato in fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti può mantenersi e a volte migliorarsi per anni CONSERVAZIONE: In fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti
  • Si abbina perfettamente a buffet freddi, antipasti, primi piatti leggeri, carni bianche e secondi di pesce DENOMINAZIONE: Piemonte Doc Chardonnay ANNATA: 2019 VITIGNO: 100 % Chardonnay GRADAZIONE ALCOLICA: 13 % Vol COLORE: Giallo paglierino chiaro con riflessi verdolini PROFUMO: Intenso con sentori floreali, fruttati e speziati SAPORE: Secco ma vellutato, morbido, fresco, con retrogusto amarognolo TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 8 – 10 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice a Tulipano INVECCHIAMENTO: Si consiglia di consumarlo giovane CONSERVAZIONE: In fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti
  • Si sposa particolarmente bene con il prosciutto cotto e gli asparagi, ma anche con antipasti di verdure o di pesce, con i brodi vegetali, le paste asciutte condite con verdure, con i primi di pesce, con il risotto in bianco, con i crostacei e i menù di pesce in generale DENOMINAZIONE: Roero Arneis Docg ANNATA: 2019 VITIGNO: 100 % Arneis GRADAZIONE ALCOLICA: 13 % Vol COLORE: Giallo paglierino chiaro con riflessi verdolini PROFUMO: Fresco e delicato, con piacevoli note di camomilla, sentori di frutta bianca e erba appena tagliata SAPORE: Secco, asciutto, acidulo, con retrogusto di mandorla amara TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 10 – 12 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice non molto ampio INVECCHIAMENTO: Breve periodo in acciaio CONSERVAZIONE: In fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti, si consiglia di consumarlo giovane
  • Ideale come aperitivo per le sue caratteristiche di finezza ed eleganza. Si apprezza liscio o con ghiaccio, eventualmente con una fettina di limone. E’ inoltre utilizzato nella preparazione dei cocktails, dove le combinazioni sono infinite dal classico americano alle proposte più innovative dei barmen internazionali DENOMINAZIONE: Vermouth a base di Moscato d’Asti DOCG VITIGNO: Moscato bianco GRADAZIONE ALCOLICA: 14,5 % Vol COLORE: Color giallo moscato, brillante, intenso con riflessi dorati PROFUMO: Il naso e‘ delicato, espressivo ed elegante. Ad occhi chiusi si percepisce la nota aromatica del moscato, che ben si amalgama a sensazioni di spezie ed erbe dove prevale l’ assenzio, l‘ essenza tipica del vermouth, note floreali leggere e fruttate, agrumate. Il profilo sensoriale e’ in continua evoluzione durante l‘assaggio: e’ intrigante ed invitante SAPORE: In bocca e‘ ricco ed avvolgente, spicca la dolcezza iniziale in equilibrio con una struttura acida ed amara finale TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 8 – 10 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Bicchiere classico da aperitivo o coppa per cocktail INVECCHIAMENTO: Si consiglia di consumarlo giovane CONSERVAZIONE: 3 anni
  • Nasce come aperitivo anche se viene apprezzato a fine pasto in abbinamento a dolci con cioccolato, pasticceria e frutta secca. Ottimo se utilizzato nella preparazione di cocktail dove le combinazioni sono infinite; dal classico Americano o Negroni alle proposte piu’ innovative dei barman internazionali; è inconfondibile la caratterizzazione che imprime nella miscelazione DENOMINAZIONE: Vermouth a base di Barbera d’ Asti Docg VITIGNO: Barbera d’Asti Docg GRADAZIONE ALCOLICA: 16 % Vol COLORE: rosso rubino della barbera, brillante, intenso (privo di coloranti) PROFUMO: Il naso è un’esplosione di erbe e spezie a cui si sovrappongono le note di frutta rossa del vino di origine. L’ assenzio, essenza tipica del vermouth, si percepisce in equilibrio con un ricco contesto che alterna sentori floreali, speziati a note di frutti di bosco, amarena e cacao SAPORE: In bocca il sapore è pieno, vellutato amaro anche se prevale la dolcezza TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 8 – 10 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Bicchiere classico da aperitivo o coppa per cocktail INVECCHIAMENTO: Si consiglia di consumarlo giovane CONSERVAZIONE: 3 anni
  • Ottimo come aperitivo e brindisi. A tavola si abbina perfettamente con primi ben strutturati, secondi eleganti, fritture di pesce, verdure grigliate e formaggi forti DENOMINAZIONE: Vino Spumante Brut VITIGNO: Pinot Nero e Chardonnay GRADAZIONE ALCOLICA: 12 % VOL COLORE: Giallo paglierino chiaro PERLAGE: Fine e continuo SPUMA: Bianca e persistente PROFUMO: Fragrante, asciutto e complesso SAPORE: Secco, sapido e amarognolo TEMPERATURA DI SERVIZIO IDEALE: 8 – 10 ° C BICCHIERE CONSIGLIATO: Calice non molto ampio VINIFICAZIONE: Metodo Martinotti rifermentato in autoclave per oltre sei mesi CONSERVAZIONE: In fresche cantine interrate o in ambienti con temperature basse e costanti, si consiglia di bere giovane